Logo ufficiale del Progetto Parco Nazionale del LocarneseLogo ufficiale di Candidato Progetto Parco Nazionale

 

 

 

Sito in costruzione

disponibile da ottobre

 
 
 
menu image

News

 

Quest'anno è stato il risotto cucinato dalla Pro Risotto di Ascona, ospite del Candidato Parco Nazionale del Locarnese, a fare breccia nei cuori dei visitatori della terza edizione del Mercato dei Parchi Svizzeri tenutasi oggi sulla Piazza Federale a Berna. La squadra di cuochi composta dal Presidente dell’associazione Luca Flachsmann, dal Presidente dell’Organizzazione turistica Lago Maggiore e Valli Aldo Merlini, da Giorgio Cossi, Donato Perucchi, Alberto Salamina, Gieri Casutt e Albino Margni ha sudato le canoniche sette camicie per servire 250 porzioni del tipico piatto ticinese a base del riso coltivato ai Terreni alla Maggia e accompagnato da un salametto della Macelleria David sempre di Ascona, dai formaggi di capra dell’Azienda agricola Lorini di Ronco e dalla formagella dell’Alpe Porcaresc di Vergeletto. “È stata una bellissima giornata: un’occasione per far conoscere oltr’alpe i prodotti e le specialità di casa nostra, e le nostre tradizioni come quella del carnevale che noi organizziamo e che proporremo quest’anno per la prima volta anche in estate sul lungolago, l'8 luglio. Si potrebbe quasi azzardare… che siamo riusciti a conquistare il cupolone per un giorno!”, racconta soddisfatto Luca Flachsmann,. “Il Mercato dei Parchi è un evento seguito dai media di tutto il paese e frequentato da visitatori della città di Berna e del resto della Svizzera tedesca e romanda. Per la nostra regione, che vanta un Candidato Parco Nazionale, si tratta di un’importante vetrina di promozione del territorio, non solo in chiave gastronomica ma anche turistica”, aggiunge Aldo Merlini. Oltre al riso, ai salumi e ai formaggi, anche vino, miele e marmellate delle Centovalli, giardiniere e sciroppi delle Terre di Pedemonte e biscotti alla farina bona della Valle Onsernone sono stati presentati in questo luogo privilegiato, dove i nostri confederati hanno saputo apprezzarli.

 

Tanti piccoli tesori, questi, portati in piazza per essere conosciuti e gustati. L’occasione perfetta per lanciare la nuova campagna nazionale “Parchi Svizzeri: tesori da vivere”. È stato il Consigliere Nazionale e Presidente della Rete dei Parchi Stefan Müller-Altermatt a darle il via, mettendo l’accento su tutto quello che i Parchi hanno da offrire: natura e paesaggio, economia e prodotti regionali, cultura e formazione. Non a caso poche settimane fa anche Svizzera Turismo aveva sottolineato l’importante ruolo giocato dai Parchi nello sviluppo regionale in occasione del lancio della campagna dal titolo “Ritorno alla natura”, dove il Ticino è rappresentato da una storia raccontata proprio nel cuore del progetto di Parco Nazionale del Locarnese: la storia del Mulino di Vergeletto e della produzione della farina bona. “È proprio bello vedere come il solo fatto di essere Candidati Parco Nazinale offra a un Comune periferico come il nostro l’occasione unica di farci conoscere in Svizzera e all’estero, e di proporre in modo nuovo un’antica tradizione come la farina bona” ci dice il Sindaco di Onsernone Cristiano Terribilini. Al centro della campagna “Tesori da vivere” sono invece stati inaugurati il sito tesoridavivere.ch, attivo da subito e dove gli internauti più “social” potranno vedere pubblicate le loro foto dei gioielli scovati nei Parchi, e un Autopostale griffato che, chi lo sa, potrebbe anche giungere sulle nostre strade.

 

pro risotto e parco locarnese palazzo federale

 

mercato parchi berna