Le attività di monitoraggio rappresentano uno strumento per la ricerca e la gestione del Parco che permette di misurare ad esempio l’effetto dei cambiamenti climatici sul territorio e l’evoluzione del paesaggio, oppure la crescita economica, l’apprezzamento delle offerte di visita, l’utilizzo dei mezzi pubblici e dei sentieri. I dati raccolti sono messi a disposizione dei Comuni, dei Patriziati e degli operatori interessati nei vari campi, al fine di verificare costantemente la bontà e gli obiettivi del Parco. Questo lavoro permette da un lato di identificare nuovi ambiti e temi di studio, e dall’altro lato di migliorare le proposte sul territorio. Analogamente alla ricerca, anche le attività di monitoraggio sono coordinate a livello nazionale al fine di assicurare la qualità e il confronto dei dati. In questo senso il Parco può sostenere attività di monitoraggio puntuali e di approfondimento, ad esempio in ambito faunistico o sull'evoluzione socioeconomica dei Comuni del Parco o implementare i punti di osservazione dei monitoraggi già previsti.