Il Parco in breve

Che cosa mi viene presentato? Su cosa posso esprimermi?

A partire dal 10 ottobre, i Comuni del Parco presenteranno il progetto di Parco contenuto nella Carta e spiegheranno come funziona un Parco democratico di nuova generazione alla popolazione e agli interessati, i quali potranno contribuire direttamente al progetto con le loro ulteriori osservazioni e proposte. Le osservazioni potranno essere inoltrate da tutti per iscritto (lettera o mail) al proprio Comune entro l’11 dicembre.

La Carta del Parco si compone da:

•   il Contratto del Parco in cui si trovano lo Statuto del futuro ente gestore, la Convenzione tra ente gestore e i Comuni e il Regolamento della zona centrale.

•   il Piano di gestione decennale del Parco, che descrive il territorio del parco e le sue particolarità, definisce gli obiettivi strategici e territoriali del parco, stabilisce un preventivo, le risorse e le modalità di finanziamento.

Le osservazioni e proposte di integrazione saranno valutate dai Comuni e dal Consiglio del Parco e nel limite del possibile integrate nella versione finale del progetto che sarà messa in votazione popolare.

La Carta del Parco definitiva sarà nuovamente presentata dai Comuni agli abitanti e sottoposta al voto popolare durante il 2018. I residenti di ogni Comune interessato dal progetto potranno votare per l’adesione del proprio territorio al Parco.

In caso di accettazione, il Parco potrà fare partire la prima fase di gestione che dura 10 anni, al termine della quale vi sarà una nuova votazione popolare che ne sancirà o meno la prosecuzione.