Il Parco in breve

Cosa porta il Parco?

Il Parco è

  • maggiore autonomia e di riflesso una maggiore libertà per decidere del proprio futuro.
  • capacità di lavorare assieme, creando sinergie e mettendosi in rete con altre realtà a favore di nuove capacità, opportunità e visioni.
  • miglior posizionamento del territorio nel contesto svizzero e alpino, a favore di una maggiore visibilità a livello nazionale e internazionale grazie al marchio Parco Nazionale.
  • nuove risorse che hanno effetti diretti e indiretti sulla creazione di posti di lavoro, sulla possibilità di proporre nuovi progetti e idee.
  • nuove risorse per mantenere e tramandare il patrimonio paesaggistico, storico e culturale della comunità.
  • maggiore sensibilizzazione ai temi della natura e della sostenibilità.
  • una piattaforma per la ricerca a livello nazionale, favorendo la presenza di istituti di ricerca e di ricercatori nella regione.
  • un piano di gestione con un budget di circa 5,2 milioni di franchi all’anno, vale a dire 52 milioni di franchi nei primi 10 anni di attività.
  • un finanziamento investito sul territorio e garantito dalla Confederazione (60%), dal Canton Ticino (23%), da sponsor, fondazioni e prestazioni proprie (14%) e dai Comuni coinvolti (3%).
  • un investimento dei Comuni del 3%, contributo di 10 franchi all’anno per abitante, che porta un finanziamento esterno del 97%
  • gestione del Parco con la creazione di circa 20 posti di lavoro diretti e di numerosi altri posti di lavoro indiretti nell’ambito delle attività di gestione del territorio che saranno sostenute dal Parco.
  • l’esperienza di Parchi Nazionali in Svizzera e nel mondo che mostra che ogni franco investito direttamente dal Parco genera a sua volta un valore aggiunto medio di 5-6 franchi.
  • una stima di indotto economico indiretto di 20 milioni di franchi annui per la regione.